P’ppino, a v’rità di Valerio Cascino

S’anu pahata ca vita a verità.
Stravisate li carne cu tritolo
nun c’anu pututo cu l’ parole.
Pesand’ o legge a l’aria vola, vola,
pigliate pì mane nun so’ rumeste sole.
Strende t’anu fatta cumbagnia
nda vertà ca s’ facia a via.

poesia in vernacolo lucano, scritta da Valerio Cascini (Castelsaraceno, 1951) e dedicata al poeta e gionalista Peppino Impastato per aver lottato e speso la vita nella lotta contro la mafia

Una risposta a “P’ppino, a v’rità di Valerio Cascino

  1. Valerio,
    non ci fai solo divertire con i tuoi simpatici bozzetti di vita quotidiana, ma ci fai anche riflettere sui mali che tormentano la nostra epoca, come la violenza che si accanisce contro chi ha il coraggio di proclamare la verità.
    Complimenti per questa tua particolare vena poetica, che non va mai in vacanza ed ogni giorno ci regala sorprese.
    Teresa Armenti

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...