Esce un saggio su Isabella Morra di Vincenzo Mazzei

Continuano gli studi sulla poetessa di Favale Isabella Morra. E’ uscito in questi giorni il saggio di Vincenzo Mazzei “Un’infelice poetessa del cinquecento Isabella Morra”, edito dalla Nuova Grafica Fiorentina, ottobre 2008.
Il lavoro critico, con nota introduttiva di Francesco Carlomagno, si sofferma oltre che sulla biografia e gli scritti della poetessa lucana,anche sull’opera di Pietro Bembo e di Gaspara Stampa (il primo come iniziatore del petrarchismo, la seconda come la più grande poetessa del ‘500).
L’autore ripropone, inoltre, tutta l’esile raccola delle Rime, tredici componimenti commentati e con note esplicative.

Un soneto:

I.
I fieri assalti di crudel fortuna
scrivo piangendo, e la mia verde etate;
me che ‘n sì vili ed orride contrate
spendo il mio tempo senza loda alcuna.

Degno il sepolcro, se fu vil la cuna,
vo procacciando con le Muse amate,
e spero ritrovar qualche pietate
malgrado de la cieca aspra importuna;

e col favor de le sacrate Dive,
se non col corpo, almen con l’alma sciolta,
essere in pregio a più felici rive.

Questa spoglia, dov’or mi trovo involta,
forse tale alto Re nei mondo vive,
che ‘n saldi marmi la terrà sepolta.

L’autore Vincenzo Mazzei è nato a San Lorenzo Bellizzi (PZ) nel 1929 e vive a Grosseto.

Advertisements

Una risposta a “Esce un saggio su Isabella Morra di Vincenzo Mazzei

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...