Un estratto dall’ultimo romanzo di Giancarlo Tramutoli

:: Incipit del romanzo Uno che conta

Sto per dare il calcio alla sedia. Ci sono salito con un’intenzione precisa. Il collo stretto da una corda dallo spessore adeguato al suo scopo. Squilla il telefono. Asptto che scatti la segreteria. Ascolto il messaggio «Sono Valentina Lanzetti della Mondadori. Mi può ricamare a questo numero? Grazie a presto». Allento frenetico  il nodo che  già m’ha lasciato il segno. Mi precipito al telefono. Sì, sono io, proprio io, l’autore di Storie da camera (un romanzo breve, spedito  praticamente a tutti gli editori d’Italia), ebbene Mondadori, la numero uno, ha deciso di pubblicarmelo. Devo solo apporre il mio autografo sul relativo contratto e beccarmi il dignitoso anticipo accluso.

«Cassiere dammi un modulo per prelevare!»  «Ragioniere mi fai un estratto conto? » Si rivolgono a me. Sono i clienti.  A me che ho studiato lettere, che scrivo poesia ludiche, magnifici aforismi e c’ho un romanzo che sarà pubblicato fra tre mesi […]

da Uno che conta di Giancarlo Tramutoli, Ed. Manni 2007

Giancarlo Tramutoli, Potenza 1956

Una risposta a “Un estratto dall’ultimo romanzo di Giancarlo Tramutoli

  1. Pingback: Un estratto dall'ultimo romanzo di Giancarlo Tramutoli « LucaniArt …·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...