Orme di Mariano Lizzadro

Quella mattina il passerotto sciolse il suo sguardo nell’azzurro del mare e si soffermò sulla spiaggia a osservare i sassolini e nella sabbia vide le orme lasciate dai gabbiani. Com’erano grandi rispetto alle sue! Respirò la brezza marina che gli accarezzava le piume e il benessere lo fece sussultare. Una goccia d’acqua lo raggiunse sul becco, scivolò sopra una pietra bianca. Sembrava uno specchio e l’uccellino si vide grande. Davvero non era diverso dal gabbiano. Poteva tutto.

La differenza era nella sua convinzione.

Mariano Lizzadro

Annunci

5 risposte a “Orme di Mariano Lizzadro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...