13. La leggerezza e l’ironia dei Fitness Forever

© RUBRICA “SGUARDI E ASCOLTI DAL MONDO” a cura di M. Lizzadro

fitnes fFin dall’Intro di questo “Personal train”, disco d’esordio dei Fitness Forever, si respira un’aria di leggerezza che, si badi bene, non è disimpegno ma ricerca di linee melodiche e motivi orecchiabili. Violini ed orchestrazioni, trombe e battimani, chitarre e tastiere, basso e batteria fanno di “Personal Train” un’opera che sfugge alle consuetudini del panorama musicale italiano. Questo disco di esordio dei napoletani Fitness Forever, si fregia di una produzione ricchissima, almeno due spanne sopra, come qualità e complessità, rispetto a quello a cui siamo abituati. Come se dentro questi brani, apparentemente semplici dal punto di vista melodico ma da ascoltare con attenzione per apprezzarli nella pienezza delle architetture, si sentisse profumo di estati passate. Anche i testi, che distrattamente potrebbero sembrare un semplice e leggero divertissement, nascondono momenti di malinconia baciati da un bel sole e terapeutico. La mia canzone preferita, orecchiabile e fischiettabile è “Albertone”. Evviva la leggerezza, ma mai la banalità. Leggerezza e complessità, richiami alla musica italiana anni ’60, musica Sud Americana, atmosfere vintage, buona musica che fanno di questo “Personal train” un disco gradevole e bello. Una “sorta” di racconto estivo con amori e vacanze, ma non solo: i testi sono ironici, divertenti e strizzano l’occhio all’assurdo, poggiando su melodie, attentamente studiate per regalare un senso di serenità e spensieratezza. Canzoni anche variegate che vanno da “L’anarchica Pugliese” a “Monica” la fidanzata utopica, in ogni caso canticchiabili e fischiettabili. I  Fitness Forever sono quattro persone: Carlos Valderrama detto Gaetano, Paster, Scialdone e “Big Tony” Fresa. Mi piace concludere questo breve scritto con una frase proprio di Carlos Valderrama aka Gaetano, una dichiarazione di poetica con la quale si può anche non esser d’accordo ma che di sicuro non cambia il risultato, dato che i Fitness Forever hanno fatto centro: “Lo stile musicale è solo un vestito che il musicista decide di mettere alla canzone per farla sembrare più carina”.

Mariano Lizzadro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...