MARAZZA ARTE 2010

PDF – Locandina Mostre Marazza Citta di Borgomanero (NO) 2010

Le mostre di Villa Marazza,  Programma espositivo febbraio – dicembre 2010
Tra gli artisti presenti, anche la scrittrice lucana Gina Labriola, con le sue “Poésie sur soi/e”, dal 29-05 al 12-06.

I curricula degli artisti partecipanti:

MARIALUISA SABATO ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Bari – Sezione Pittura – diplomandosi nel 1994. E’ pittrice, illustratrice e scrittrice di libri per bambini e ragazzi. Sue opere pittoriche sono state esposte in numerose mostre Italia e all’estero. Di recente è stata FINALISTA al Concorso Nazionale di Narrativa per Ragazzi: “La Casa della Fantasia” indetto dalla Biblioteca Pubblica e Casa di Cultura “Fondazione Achille Marazza” ed è 2008 è stata selezionata per la partecipazione alla IV BIENNALE INTERNAZIONALE d’Arte Contemporanea di FERRARA.

VIOLA VIRDIS diplomata presso il Liceo Artistico di Cuneo, ha conseguito la Laurea in Filosofia all’Università degli Studi di Torino, con una tesi in filosofia del linguaggio. Ha trascorso poi alcuni anni in Francia dove ha aperto un proprio atelier. Rientrata in Italia, ha conseguito con il massimo dei voti la laurea specialistica in Pittura presso l’Accademia Albertina di Torino, con una tesi sulla fenomenologia dell’arte contemporanea. L’artista affianca all’attività di pittrice all’insegnamento e si occupa di cinema lavorando per la stesura di audiofilm per non vedenti. La sua ricerca artistica nasce da una riflessione generale sui rapporti tra pittura e scrittura, parola e immagine.

MANUELA CAMBIO è nata a Piedimonte Matese (CE) nel 1982. Ha frequentato l’Accademia di Belle Arti “Lorenzo da Viterbo” e si è diplomata in “Creativi ed esperti del settore moda”, discutendo una tesi in progettazione moda. Copia di questo lavoro è stata inserita nei fondi bibliotecari della Maison Martin Margiela (Paris) e della Modateca Deanna di Deanna Ferretti Veroni (RE). Dopo aver maturato varie esperienze nel settore moda, si avvicina all’illustrazione per l’infanzia, frequentando nel 2009 corsi di illustrazione presso la Scuola Internazionale di Sàrmede con i maestri Junakovic e Čapek. Successivamente viene selezionata per esporre alla 27° Mostra Internazionale dell’Illustrazione per l’Infanzia di Sàrmede.

GI MORANDINI nato nel 1951, opera dal 1976, espone dal 1981. La sua ricerca spazia dalla figurazione all’astrazione passando per la poesia visiva fino ad opere di netto impianto concettuale. Dal 1990 opera anche nel campo della tridimensionalità (sculture in bronzo, installazioni plotter – painting su tela…). Nel 2005 ha iniziato una nuova ricerca nell’ambito dell’arte concettuale trasformando il suo lavoro di pubblico dipendente in un’azione d’arte itinerante denominata BUROCRAZIANEOSEMPLICE. La sua attività si svolge da più di un decennio anche nel campo della grafica ed ha al suo attivo numerosi manifesti e copertine di libri. Ha fondato a Brescia la Galleria d’Arte ed Associazione Culturale “La Parada” che ha ospitato negli anni numerosi ed importanti artisti.

EMANUELE LUZZATI
Noto soprattutto come scenografo e illustratore, Luzzati collaborò con registi, architetti, artisti e scrittori di fama internazionale. Espose alla Biennale di Venezia nel 1972; nel ’75 fondò, con Aldo Trionfo e Tonino Conte, il Teatro della Tosse di Genova. Fu autore di film di animazione.
Luzzati interpretò una cultura figurativa abile e colta, capace di usare con maestria ogni sorta di materiale e di linguaggio. La ricchezza del suo mondo fantastico, l’immediatezza ed espressività del suo stile ne hanno fatto uno degli artisti più noti ed amati dei nostri giorni. La mostra borgomanerese è dedicata prevalentemente alla grafica.

GINA LABRIOLA è nata a Chiaromonte (Potenza) e si è laureata a Bari in Lettere Classiche. E’ vissuta undici anni in Iran dove ha lavorato presso l’Istituto Italiano di Cultura di Teheran quale collaboratrice dell’ISMEO (Istituto Italiano per il Medio ed Estremo Oriente), corrispondente dell’ANSA e lettrice presso l’Università di Teheran. E’ vissuta poi in Spagna, a Barcellona. Ha insegnato per oltre quindici anni Lingua e Letteratura Italiana presso l’Università di Rennes in Bretagna e attualmente risiede a Parigi. La sua attività spazia dall’arte alla letteratura: è autricie di libri di poesia, critica letteraria, narrativa per ragazzi. Quando può si trasferisce nella sua casa natale lucana, dove ha trasformato un antichissimo catoio in un grande atelier di pittura su seta.

MAURO MAULINI
Dialogo a colori
Rodari – Maulini
Di Pettenasco, sul lago d’Orta, Maulini ha compiuto a Milano gli studi artistici, conclusi coi corsi di figura all’Accademia di Brera. Dal 1966 ad oggi ha tenuto oltre quaranta mostre personali in Italia e all’estero. Ha realizzato scenografie e sculture per spettacoli della Svizzera italiana e per il teatro milanese di Gianni e Cosetta Colla: in particolare per “Il Bosco Vecchio” di Buzzati (1982) e per “Gelsomino nel paese dei bugiardi”, di Gianni Rodari. Nel 2001 ha curato ad Omegna la progettazione e l’arredo artistico del Parco della Fantasia, realizzando le sculture e gli arcobaleni girevoli. A trent’anni dalla morte di Gianni Rodari la nostra mostra è una ulteriore testimonianza della profonda comunanza umana ed artistica di Maulini con lo scrittore omegnese.

ANTONIO MIGNOZZI
Nato a Trebisacce, ha frequentato Brera sotto la guida di Marini e Pepe. Trasferitosi a Verbania, ha avuto modo di affinare tecnicamente ed offrire nuovo spessore contenutistico alla sua pittura fatta contestualmente di ordine e di fantasia. Una pittura divenuta col tempo un vero e proprio lessico nel quale riecheggiano antiche storie medievali, anche se i modi di espressioni sono attuali, mutuando dal cubismo eidetico in espressioni più vicine alla figurazione.

AUGUSTO SERASI
Nato a Casorate (VA), è stato allievo nello studio aronese di Gigi Comolli. Da qui la sua impronta artistica si incammina verso la pittura verista post-impressionista che caratterizza le sue opere, fresche ed autentiche, tutte realizzate scrupolosamente dal vero, sul posto, come i maestri di inizio secolo scorso. Serasi trasporta sulla tela tutta la sua semplicità ed i suoi sentimenti pù veri, lontano da false pubblicità o falsi mercati.

SERGIO BONFANTINI (Novara 1910-1989) inizia la sua attività di pittore a Torino, nello studio di Felice Casorati. Del 1929 e’ la sua prima mostra alla Galleria Milano, presentata da Giacomo Debenedetti, dove espone 27 quadri, fra cui La famiglia del bifolco, oggi alla Civica Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino. Sergio Bonfantini in questo periodo dipinge secondo una originale interpretazione di un espressionismo alla Permeke e alla Sironi, come e’ stato detto da Marco Rosci e da Rossana Bossaglia, mentre i temi sono ispirati al mondo rurale, vissuto senza alcun compiacimento retorico. Espone più volte alla Biennale di Venezia (1930, 1932, 1936) e alla Quadriennale romana (1931, 1935, 1939) acquisendo un profondo senso di autonomia creativa che troverà un suo più completo riconoscimento nelle personali di Palazzo Lascaris a Torino (1937) e alla Galleria Borgonuovo a Milano nel 1942. Dopo l’impegno nella Resistenza, in cui fu partigiano combattente, come i fratelli Mario e Corrado, nel 1948 e’ ancora alla Biennale di Venezia e alla Quadriennale di Roma a cui faranno seguito numerosissime mostre personali in Italia e all’estero. Nel secondo Novecento l’esistenzialismo contadino di Sergio si incrocia con le trasparenze concettuali che culminano nella serie Blow up, dal 1968 in poi. Il virtuosismo del colore si affina sino alla Primavera sul Ticino del 1987. Dopo la sua morte, avvenuta il 22 gennaio del 1989, nasce per volontà testamentaria del pittore la Fondazione Sergio Bonfantini il cui intento è custodire e divulgare il vasto patrimonio artistico di questo maestro del Novecento italiano. Dal 30 maggio 2009 un’importante collezione di quadri della fondazione è visitabile come esposizione permanente presso le sale del palazzo comunale di Borgomanero. Altre opere della Fondazione sono visibili alla Fondazione Achille Marazza di Borgomanero, nella ”Sala Bonfantini”.

*

FONDAZIONE ACHILLE MARAZZA
Biblioteca Pubblica e Casa della Cultura ONLUS
Viale Marazza, 5 – 28021 Borgomanero (NO) tel. 0322 81485
mail@fondazionemarazza.it – www.fondazionemarazza.it

(immagine in alto, seta di Gina Labriola)

Una risposta a “MARAZZA ARTE 2010

  1. Pingback: MARAZZA ARTE 2010 « LucaniArt Magazine·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...