“Via Crucis” – un inedito di Alfonso Guida

1
Non svanisce la succulenta polvere
del tuono. L’infanzia è dentro l’acuta
scansione di una mente sovrastante
che intatta custodisce l’assordarsi
di una croce. Lui a meridione salta
l’orto dell’ulivo e pietrifica il senso
di pace ardimentoso mentre succhia
dal fico il latte che sua madre al seno
dell’intonazione cantoria riarse
tra la discepolanza. E bestemmiando
tutto l’atroce destino raggiunse:
dove vado sola e sperduta in questa
Galilea d’oltreoceano? E rimirando
lo zenit chiuse l’occhio per vedere
meglio il sasso a spergiuro del supplizio.
(…)
Alfonso Guida, San Muro Forte, gennaio 2010
Il poemetto è stato pubblicato a cura dell’Associazione Culturale LucaniArt in una plaquette d’arte a tiratura limitata e numerata
 
Lunedi 29 Marzo, alle ora 18.00, presso il Salone Parrocchiale di S.Mauro Forte, Alfonso Guida legge la sua “Via Crucis”.
Il dibattito che seguirà vedrà la partecipazione di Gloria Bellezza, sorella di Dario Bellezza.

4 risposte a ““Via Crucis” – un inedito di Alfonso Guida

  1. L’emozione è troppo forte per dire qualsiasi cosa. Solo che Alfonso Guida è il poeta più grande, e questa sua Via Crucis di bellezza struggente e superlativa lo dimostra ancora una volta. Grazie Maria Pina, davvero grazie!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...