Spunti (di)versi con … Margherita Rimi

I POETI SI RACCONTANO 28
Interviste sulla poesia a cura di M. P. Ciancio per il blog letterario LucaniArt Magazine

Poesia: passione, libertà…
Si. Ma tante altre cose ancora, qualcuna meno esprimibile.

I desideri di un poeta
Desideri di uomini e donne comuni che sentono le parole, i loro significati, la loro musica, fino anche a sconfinare nel mistero dell’esistenza che ogni essere umano porta con sé.

Una tua definizione di poesia
Quello che ho detto finora. E poi ancora rigore, umiltà e responsabilità della parola.

Il ruolo della poesia oggi
Etico. Di verità. Di coraggio.

Da dove viene la parola del poeta
Da tanti luoghi. Da tante domande.

I tuoi poeti preferiti
Pochi i poeti preferiti; tanti i versi; sarebbe una elencazione.
Mi piace Dante, rileggo spesso i classici latini e greci.
E mi avvicino oggi di più alla poesia di lingua slava, araba, cinese e giapponese.

Almeno tre libri di poesia da cui non ti separeresti mai.
E’ difficile scegliere sono più di tre. Tra questi la Bibbia.

Un poeta sopravvalutato
Sono troppi. Ma anche un poeta sopravvalutato può essere una utile lettura.

Un poeta sottovalutato
Tanti. Spesso i migliori. Si perde qualcosa a non leggerli.

La tua prima poesia.
Per un ragazzo che ho amato.

Il punto di partenza della tua poesia
La parola. La vita.

Un verso che avresti voluto scrivere
Quello detto da un bambino
“E sono un libro chiuso. E rimango chiuso”

La poesia che più ti rappresenta
Non è nel senso tecnico una poesia

Qual è la frase per la luna?
E la frase per l’amore?
Con che nome dobbiamo chiamare la morte?
Non lo so.
Ho bisogno di un gergo come quello degli innamorati.

( VIRGINIA WOOLF, Le onde)

Il tuo ultimo libro
La cura degli assenti, Lietocolle 2007

Le tracce tematiche che lo caratterizzano
E’ un modo di parlare della presenza.

Una definizione della tua poesia
Non ornamentale.

Keats sostiene che il timone della poesia è l’immaginazione, la fantasia le vele, e l’invenzione la stella polare. Cosa aggiungeresti?
La parola il mare.

La qualità che apprezzi maggiormente in una poesia.
La ricerca di verità che passa per il corpo e per la mente, per il sogno.

Il futuro della poesia
Dipende anche da noi che la scriviamo.

Un consiglio ai giovani poeti
Ascoltare. Leggere. Vivere.

Un tuo dono poetico ai lettori di LucaniArt
*
Mi trovo
incerta
sulle mie
parole
Cadute a sacco
senza rimediare
neanche al poco
che potevo dire.

(Margherita Rimi)

(intervista a cura di Maria Pina Ciancio, esclusivamente per il sito internet LucaniArt Magazine)

Annunci

19 risposte a “Spunti (di)versi con … Margherita Rimi

  1. un giorno ho scritto che vorrei avere parole di legno
    si potrebbe accendere il fuoco
    si potrebbe farci un tavolo e una sedia
    in due o tre sederci accanto
    e consumare una notte intera
    per ascoltare i grilli
    che in corpo ci cantano
    l’orlo della nostra primavera.

    Ciao Margherita,grazie per la rapidità e la consistenza del tuo dono. Ti abbraccio,ferni

    Mi piace

  2. poeta, margherita rimi, che possiede forza da radici antiche che solo la lettura meditata dei grandi classici (non a caso cita dante e i grecolatini) sa donare..

    Mi piace

  3. Grazie per l’attenzione agli amici, a tutti quelli che hanno letto ed a qelli che hanno commentato Fernirosso, il mio editore Michelangelo Camilliti, Giacomo,Roberto.
    Un ringraziamento a Mapi con la quale mi complimento per l’iniziativa.C’è tanto materiale raccolto, dalla vera esperienza dei poeti, da cui attingere. Ho letto quasi tutto anche se commentato poco.
    un caro saluto
    margherita rimi

    Mi piace

  4. Anche in questa intervista Margherita Rimi conferma la sua capacità di abbinare la sobrietà e la serietà (mai sterili) con la passione e la ricerca di ciò per cui vale la pena vivere e lottare (notevole, in quest’ottica, il trittico di consigli ai giovani poeti). Ho ritrovato in quest’intervista la stessa volontà di comunicazione autentica che ho ricavato durante la chiacchierata gastronomico-letteraria con Margherita durante la cena a Pisa in occasione del Premio Astrolabio. Un caro saluto all’autrice, a Maria Pina e agli amici che hanno letto e commentato l’intervista. I.M.

    Mi piace

  5. Margherita Rimi è per me un punto di riferimento, la sua parola è attesa sempre.
    L’ultima raccolta, apprezzatissima dalla critica, è ora da rileggere dopo questa intervista dalle risposte essenziali ma dense e prospettiche.
    Un caro saluto a Margherita e Mapi
    Antonio

    Mi piace

  6. grazie Ivano per il tuo intervento e per avermi ricordato quella bella cena dopo-premio e i nostri ragionamenti in buona compagnia.
    “trittico di consigli ai giovani poeti” è già un titolo per un saggio :))
    un caro saluto
    margherita

    Mi piace

  7. Antonio, amico caro, anche tu riferimento per quello che scrivi e non solo in poesia.stiamo “crescendo” : insieme
    grazie un abbraccio
    margherita

    Mi piace

  8. La “fatica dello scavo”, il “rapporto faticoso con la parola”, lo “squilibrio tra parola e tacere”, lo “sconcerto di andare oltre se stessa”, l“imperfezione” … era la Margherita Rimi di ieri. Oggi, Margherita, scrive di essere . Da parte mia, per contro, sono convinto che lei abbia ancora molte, belle e buone, cose da scrivere e da trasmetterci. Uno sprone, dunque, e un abbraccio a lei e a tutti un cordiale saluto, Marco Scalabrino.

    Mi piace

  9. La “fatica dello scavo”, il “rapporto faticoso con la parola”, lo “squilibrio tra parola e tacere”, lo “sconcerto di andare oltre se stessa”, l“imperfezione” … era la Margherita Rimi di ieri. Oggi, Margherita, scrive di essere <>. Da parte mia, per contro, sono convinto che lei abbia ancora molte, belle e buone, cose da scrivere e da trasmetterci. Uno sprone, dunque, e un abbraccio a lei e a tutti un cordiale saluto, Marco Scalabrino.

    Mi piace

  10. La “fatica dello scavo”, il “rapporto faticoso con la parola”, lo “squilibrio tra parola e tacere”, lo “sconcerto di andare oltre se stessa”, l“imperfezione” … era la Margherita Rimi di ieri. Oggi, Margherita, scrive di essere “incerta sulle mie parole”. Da parte mia, per contro, sono convinto che lei abbia ancora molte, belle e buone, cose da scrivere e da trasmetterci. Uno sprone, dunque, e un abbraccio a lei e a tutti un cordiale saluto, Marco Scalabrino.

    Mi piace

  11. Mi piace anche la foto che riporta il frammento d’autobiografia di Pirandello, sul magico sentiero del caos che ho camminato qualche anno fa. Chissà se il giovane pino, lì trapiantato a ricordare il precipitare del sommo nella vita del mondo, accanto ai muti tronconi dell’antica pianta divelta da una furiosa tromba d’aria, è riuscito a scalare ancora qualche centimetro di cielo …

    Mi piace

  12. Poche parole, ma come sempre misurate e giuste -vere, quelle di Margherita!
    L’amicizia e il sodalizio letterario che ci lega ormai da anni, si fonda proprio sul riconoscimento e la condivisione comune che la poesia incarni oggi, come lei stessa afferma, un ruolo “Etico. Di verità. Di coraggio” (M.R.)
    Bellissimo inoltre il dono poetico, una perla di rara bellezza come sempre.
    Un mio caro abbraccio a Marghi e a tutti i lettori della rubrica
    Mapi

    Mi piace

  13. Quel pino è ancora lì.Rimane nelle parole, nei luoghi , nella storia,nella memoria di questo magico posto sul mare.
    E il vento che l’ha divelto adesso lo accarezza.

    Grazie Emilio con l’augurio che tu possa ritornare ad Agrigento.
    margherita

    Mi piace

  14. Pingback: Margherita Rimi sull’ultimo numero di Kamen | LucaniArt Magazine·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...