L’angelo custode di Vito Riviello

Quante volte mi vado cercando
passandomi accanto supponendo
che gli altri avanti sono io
e invece sono altri in cerca
di se stessi da cui son scissi.
Perché se l’angelo mi regge
ovunque mi sento abbandonato ?
Può anche esser che uno di me
sia custodito e retto
ma gli altri di me ignorano
e s’ignorano ignorandosi se
com’è vero ch’io son scisso
in infiniti me solo da me .
Ma l’angelo li tiene tutti per sé ?

Vit Riviello, da “Apparizioni”, Rossi & Spera Editori Roma , 1989

Advertisements

Una risposta a “L’angelo custode di Vito Riviello

  1. POCO FA

    Poco fa aveva credibilità
    quando l’ombra aveva calore
    la sera lasciava l’orma
    il cielo segnava la norma .
    Si sentiva che lei era stata là,
    poco fa, quasi si vedeva
    tanto il tempo ci metteva
    per passare, spesso sostava
    in pose arcane vicino
    alle mute fontane.
    Poco fa è ora eternità
    anche il ricordo non rammenta
    vagando di qua e di là
    alla vana ricerca di poco fa.

    Vito Riviello – “Assurdo e familiare”
    Empiria , 1986 , prefazione di Giovanni Raboni

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...