Il deserto del tempo di Mariella Soldo

Erano gli anni cinquanta. Gli anni dei sorrisi, delle carezze colorate, del dolore affogato in caffè nati da sofferenti macerie. Erano gli anni dell’oro sentimentale, della musica ritrovata sotto tacchi di lusso, tra i fumi di sigarette delicatamente appoggiate su labbra femminili. Erano gli anni di una nuova vita, erano gli anni di nuovi sapori.

La guerra aveva lasciato un odore acre in cielo. Di tanto in tanto alzavo lo sguardo per ammirare quel manto azzurro come il mare che non vedevo da tempo, quando i miei genitori mi portavano in vacanza, per farmi respirare aria dolce, dal sentore marino. Sembrava strano non vedere il cielo ferito dalle scie di grigi aerei che trionfavano in volo come uccelli assassini. Era strano sollevare gli occhi e non sentire i rumori di frastornanti motori, bombe, scoppi. Il gelo nel cuore si stava trasformando in tersa acqua di fiume, che scorre via, come i pensieri cattivi, abbandonati al dolore.

La neve di quegli anni, irrigiditi dal caos di una follia comune, pian piano si stava sciogliendo, pronta a restituirci il nostro paesaggio umano. Mi chiedevo, dopo quei tristi anni rivestiti di morte, poteva esistere ancora l’essere umano? La nostra specie non si era forse trasformata in qualcosa di oscuro, di tremendamente minaccioso, che non sapeva fare più distinzione tra il bene e il male? Poteva essere, il male, il germoglio delle nostre nuove vite? A cosa andavamo incontro, fragili esseri di emozioni contaminate dal delirio omicida?
(…)

E’ l’incipit del racconto “Il deserto del tempo” di Mariella Soldo, pubblicato nelle plaquette letterarie a cura dell’Associazione Culturale LucaniArt.

Il racconto è stato premiato al Concorso Nazionale Letterario Porta Coeli 2012 di Acerenza (PZ), classificandosi al terzo posto nella sezione narrativa.

Advertisements

Una risposta a “Il deserto del tempo di Mariella Soldo

  1. Poesia on air!è un’iniziativa lanciata da Notterrante – compagnia teatrale in/stabile per promuovere la poesia nella radio e diffondere l’idea della lettura teatrale di testi, curata da attori professionisti. La prima puntata, che andrà in onda lunedì 12 novembre alle ore 21:30, è dedicata ai poeti francesi e vede protagonisti voci classiche, come Baudelaire, Rimbaud, Verlaine, Éluard e Apollinaire, ma anche voci meno conosciute o poco approfondite in Italia, come Vivien, Ponge, Desnos, Cros e Goffette. La scelta cade sulla varietà stilistica degli scrittori e sulla varietà ritmica delle poesie, per offrire all’ascoltatore un ampio ventaglio di musicalità.

    La compagnia è lieta di iniziare la serata con la canzone Notte Errante dei Cattivo Costume. Seguiranno l’introduzione e i brevi commenti di Mariella Soldo e le letture a cura dell’attrice Barbara De Palma.

    L’evento andrà in diretta su radio notterrante, al seguente link: http://www.spreaker.com/user/notterrante Basterà cliccare su Play di Poesia on air! – Poesia francese per farsi coinvolgere dalla poesia francese.

    Potete trovare Notterrante – compagnia teatrale in/stabilesu:

    http://notterrante.wordpress.com

    http://www.facebook.com/notterrante

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...