Due poesie di Mariella Soldo

Due poesie di Mariella Soldo tratte dalla plaquette poetica Splendore solitario edita in tiratura limitata e numerata dall’Associazione Culturale LucaniArt con una breve nota introduttiva dell’autrice.
Mariella Soldo è dottoranda in letteratura francese presso l’Università degli Studi di Bari. Ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie, Dipingere sull’acqua, nel 2004. Si dedica alla scrittura e  al teatro, ma la sua vera passione, come lei stessa afferma, si cela nel mistero che la poesia le dona e in quell’inafferrabile che spesso gioca nei luoghi segreti della scrittura.

Rigattieri

Svestita di ogni frammento
di stoffa,
resto sola,
nel tuo odore.
Al mattino,
la voce del rigattiere ambulante
mi sveglia.
Cosa vorrà vendermi, questa volta?

*

Non dirò il tuo nome

Ti ho inventato in me,
come parola mistica,
erotismo senza forme.
Sei come un personaggio,
in me.
Uomo vagabondo.
Donna assassina.
Ti reinventi ogni giorno
come la luna.
Le sere d’ozio,
con le tue lettere mi
sottrai al mondo.
Siamo soli in questa fessura.

Mariella Soldo, Splendore solitario, plaquette poestica a cura dell’Associazione Culturale LucaniArt, novembre 2012

Annunci

Una risposta a “Due poesie di Mariella Soldo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...