Una poesia di Rocco Scotellaro

A M.

Vedere e rivedere.
La fretta, la corsa: lascia che guardi ancora questo posto.
Correndo lontano, c’è la delusione di trovarsi
soli. E tornando indietro, si trovano le cose non
mosse, rifiorite a morte. Non ti farai un giardino, se non ti fermi a tempo
come pietra che non posa, non piglia ceppo

(1952-53)

Una risposta a “Una poesia di Rocco Scotellaro

  1. Versi sempre in sospensione tra disperazione e speranza, solitudine e ribellione quelli di Rocco Scotellaro, una delle voci più belle della poesia del Sud: peccato che non venga maggiormente valorizzato! Un plauso a Lucaniart che, invece, lo ricorda.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...