Un “tratto” lucano sul Web, intervista al caricaturista e vignettista Rocco Grieco

di Maria Pina Ciancio

rocco griecoUn sorriso lucano sul web. Nato in Lucania e trasferito a Fano, la penna di Rocco Grieco ci riporta a meditare con morso satirico ed umoristico sui grandi e piccoli momenti della vita. Vignettista, caricaturista, disegnatore e fotografo esprime nell’arte la sua passione per la satira e l’umorismo. Autodidatta, Grieco, si pone come importante punto di riferimento nell’attuale panorama vignettistico nazionale. Collabora con diverse testate di settore e i suoi lavori sono presenti sui maggiori siti web dedicati all’umorismo. La scorsa estate l’artista lucano è risultato il vincitore della mostra-concorso organizzata in occasione del 15° Festival del Teatro Comico e del Cabaret “Ridere” negli spalti del Maschio Angioino di Napoli.
Ma lasciamo la parola allo stesso vignettista, che “ironicamente”così riassume i “tratti” salienti della sua poliedrica attività.

A quando risale la tua passione per il disegno e l’arte della satira?
“ Sono nato a Bernalda, non con la camicia ma con la penna…. in mano; praticamente, disegno da sempre. Il disegno è nel mio Dna, un mio zio materno insegnava disegno e pittura a New York. La satira? Veramente io lo consideravo un divertente gioco a prendere per i fondelli… l’ho sempre “esercitata“…., agli inizi con i cinque fratelli cinque (Rocco e i suoi fratelli !….) poi con i compagni di scuola, insegnanti, amici e tutti quelli che la vita ha messo sulla mia strada…..

In che modo la Lucania o comunque i luoghi in cui abiti hanno contribuito a plasmare l’arguzia del tuo spirito?
Penso ( oddio penso !!..) che l’essere lucano abbia la sua importanza. Ma tanta !!!!
Forse è “ la via d’uscita “ che ci è stata data per attuare la nostra Resistenza.
Resistere è sempre stato un “ nostro “ esercizio naturale.
Non ci hanno fatto mancare niente ! Scorie nucleari comprese…….
Vivo a Fano, una bellissima cittadina che arricchisce la mia tavolozza terrona con i suoi dolci colori marchigiani.

Ci racconti come nascono le tue vignette?
Ad un’ora qualsiasi del giorno, una parola, un titolo di giornale, un’immagine alla tivvù e….BUM !
Il lampo. Trascrivo subito, per non dimenticare, la parola chiave che caratterizza la situazione immaginata in quel momento e poi, quando sento di avere bene in mente “ la cosa “, mi ritiro nella mia mansarda/bazar stracolma di pennarelli, pennelli, computers , sottofondo musicale variabile e via… con la mia amica fantasia!
Disegno direttamente con una penna gel in bianco/nero ( non uso la matita e relativa gomma….mi provocano la pelle d’oca che mi fa perdere il filo del discorso ! ), poi con lo scanner trasferisco il disegno sul pc che poi provvedo, con la mia penna elettronica, a colorare con uno dei programmi che mi consentono di dare i vari effetti ( pittura ad olio, acquerello ecc).

Solitamente a chi ti rivolgi quando lavori?
Quando costruisco la battuta, normalmente, io sono il personaggio disegnato…..ed immagino di
parlare a “ qualcuno “ conosciuto da sempre o… da poco.

Qual è l’aspetto del tuo lavoro che ti diverte di più?
Sono due….
1 ) A mezzanotte ed un secondo “ scatta “ la mia vignetta del giorno sul mio sito, poi aspetto i vari giornali per vedere come gli altri disegnatori hanno interpretato il fatto del giorno, quando coincide la scelta, naturalmente…
2 ) I commenti del giorno dopo via e-mail……. GULP !

Esperienze professionali ?
Come direbbe Lui, io sono sceso in campo nel 2002…e le mie cose, prima, erano solo per pochi intimi….Vignettista per DS Dimensione Sarzana; illustrazioni per “ Il libro azzurro di Berlusconi “ Scipioni edit.; disegnatore di cartoline per http://www.auguri.it; collaborazioni con importanti siti di cartoons: http://www.segnalidifumo.it e http://www.buonumore.it
Le ultime mostre? Nel 2003 a Marinella di Sarzana con l’intervento di Staino; a Bernalda una mostra personale organizzata in occasione della Festa dell’Unità; al Maschio Angioino di Napoli in occasione del 15° Festival del Teatro Comico e Cabaret “ Ridere 2005 “, sotto il Patrocinio della Regione Campania e del Comune di Napoli.

Avrai sicuramente modelli di riferimento. Qual è il tuo vignettista satirico preferito
Tradisco Staino con Vauro e viceversa……

La vignetta più riuscita?
Quelli che parlano bene e con la puzza sotto il naso usano dire che “ l’opera “ più riuscita è…l’ultima. Io invece ne preferisco più d’una e, purtroppo, sono quelle che “ mi prendono “
totalmente, quelle che parlano di fatti tragici, che parlano della morte.
Vedi quella in occasione dei fatti di Londra, scelta da http://www.segnalidifumo.it come la migliore
della settimana oppure “ quella “ disegnata in occasione della morte di Papa Giovanni Paolo II scelta a simbolo da siti di cartoons di importanza internazionale come FanoFunny e Iran Cartoon.

Gli ingredienti per renderla efficace?
Tanto amore, sempre…

I tuoi contatti …?
http://www.coriandoli.it
grieco@coriandoli.it

(intervista del 2006)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...