Un bellissimo articolo di Andrea di Consoli su Mango

Mango, l’amore per la Lucania qui scrisse le canzoni più belle

Non aveva mai lasciato Lagonegro, la sua casa a poche centinaia di metri dallo svincolo autostradale«Lagonegro sud», in provincia di Potenza, Basilicata, terra dove qualche ora fa ha fatto ritorno per l’ultima volta. Mango aveva omaggiato il suo paese di origine, dove era nato nel 1954, con la canzone «Monnalisa», che avvalorava la tesi dello scrittore russo Merezkowskij il quale, nel 1901, aveva scritto che Lisa de’ Gherardini, meglio nota come Monna Lisa, fosse morta a Lagonegro di ritorno da un viaggio in Calabria. Mango era incastonato nel suo paese senza furori o moine identitarie. Era lucano naturalmente, normalmente, senza mai aver sentito la tentazione dell’«engagement» o dell’impegno civile, nonostante i tanti problemi della Basilicata. Era un gatto sornione e consapevole che seppe allargare la questione meridionale in direzione mediterranea, e questo è testimoniato da canzoni indimenticabili quali «Sirtaki», «Mediterraneo» e “«Ti porto in Africa». Era sobrio, appartato, discreto.
(l’articolo continua sul Corriere della sera, 8 dicembre 2014)

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...