Tre poesie di Griselda Doka

griselda doka

Colpisce la trama delicata e sottile con cui Griselda Doka riesce a creare immagini ed emozioni sospese a metà strada tra sogno e realtà. Si sente dentro i suoi versi qualcosa di surreale e di magico, una fusione intima tra sentimento e natura. Colpisce, mi ripeto, la leggerezza con cui esprime non solo il senso di appartenenza e la ricerca delle radici, ma tutto un fluire di ricordi e di sentimenti. (Maria Pina Ciancio)

Tre inediti di Griselda Doka:

Potrei anche morire
come ho fatto altre volte
e nulla ho imparato
se non la vita che manca
continuerà a non essere
e l’aria sarà la stessa di sempre
solo i miei occhi
cambieranno
in un cristallo nuovo
di scomoda luce
gettata al crepuscolo

IV.

Non mi lascierai annegare
quando il vento sfuma gli scogli
e la luce ferisce
le pupille dei gabbiani
non lasciarmi affondare
ora che sono la tua preghiera disperata
e al ciel sereno
quella gratuita bestemmia
afferrami le dita
e conducimi a te
oltre le tue mani ci sono già stata
credimi
il porto è una grande menzogna
con navi pericolanti
che sanno di rugine
e di acido che ti porti addosso
quando non distingui il sudore
dalle onde o dalle lacrime

V.

Le risposte ormai ce l’avevi
tutte legate ai nodi
-un’altro secchio e ci siamo-
il pozzo è generoso oggi
mi bagnavi la fronte
prima di darmi da bere
poteva addiritura scoppiare
il mio corpiccino
pensavo al tuo timore
e al dolore che avrei potuto causarti
sorseggiavo piano
immaginando lo scoppio
di quel piccolo passero fremente
che mi spingeva il torace
dovevo trattenere un po’ il respiro
per non perderlo
Era nella cura quotidiana
che le avevi incontrate
sbuccavano una ad una
quando smettevi di pensare
e di ricordare
chissà se questo patto
tu l’abbia mai infranto
e chissà se qualcuno abbia mai saputo
sollevarti la fronte
e bagnarti le labbra
per facilitare le parole
quelle che ancora inseguo
attraverso una bolla
pronta a scoppiare di senso
e di risposte

(inediti di Griselda Doka)
———————————————————

Griselda Doka è nata a Tërpan, Berat in Albania e attualmente vive e lavora in Calabria.
Per la casa Editrice Fara di Rimini è uscita in questi giorni la sua ultima silloge Solo brevi domande esiliate.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...