Proseguono le iniziative presso la Fondazione Leonardo Sinisgalli di Montemurro

fondazione sinisgalli

UN ANEDDOTO TUTTO LUCANO: LA FONDAZIONE LEONARDO SINISGALLI PRESENTA IL VOLUME A FUMETTI I CRUSCHI DI MANZÙ

È stato un aneddoto tutto lucano a dare vita al volume a fumetti di Giuseppe Palumbo e Giulio Giordano, I cruschi di Manzù (Lavieri edizioni, Villa d’Agri 2015, pp.32), che sarà presentato dalla Fondazione Leonardo Sinisgalli a Montemurro il 5 agosto 2015 alle ore 21:30 nell’Orto di Merola (presso Piazza Giacinto Albini).
I due maestri lucani del fumetto, si sono lasciati ispirare da un episodio ricordato da Leonardo Sinisgalli ne La foglia ‘mmesca e narrato da Giuseppe Appella, raccontando, per immagini, di come lo scultore Giacomo Manzù sia riuscito a realizzare la sua Porta della Morte per la Basilica di San Pietro grazie a una particolare “intercessione” proveniente dalla Basilicata: quella del sacerdote lucano don Giuseppe De Luca, con la complicità di un piatto di pasta e fagioli e dei croccantissimi peperoni cruschi, che riuscirono a conquistare Papa Giovanni XXIII.
Alla presentazione del volume, introdotta e coordinata dal presidente della Fondazione Leonardo Sinisgalli, Mario Di Sanzo, interverranno gli autori Giuseppe Palumbo e Giulio Giordano, insieme all’editore Marcello Buonomo e al direttore della Fondazione, Biagio Russo; li accompagneranno gli intermezzi musicali del “Barabash Trio”, con Leonardo Laurita alle percussioni, Rocco Lobosco all’organetto, Manuel Zito all’arpa.
Al termine dell’incontro, gli artisti saranno a disposizione per schizzi, bozzetti e autografi originali.

***

Giuseppe Palumbo (Matera, 1964) ha cominciato a pubblicare nel 1986 su riviste quali Frigidaire e Cy¬borg, dalle cui pagine è nato il suo personaggio più noto, Ramarro. Nel 1992 entra nello staff di Martin Mystére della Sergio Bonelli Editore e nel 2000 in quello di Diabolik della Astorina. Tra le sue pubblicazioni più recenti: Tomka, il gitano di Guernica (Rizzoli, 2007, su testi di Massimo Carlotto), Un sogno turco (Rizzoli, 2008), Eternartemisia e Aleametron (Comma 22, 2008), Uno si distrae al bivio. La crudele scalmana di Rocco Scotellaro (Lavieri, 2013). Ha insegnato presso la Scuola Internazionale di Comics di Firenze e la Scuola di Fumetto di Milano.

Giulio Giordano (Potenza, 1975) esordisce disegnando l’albo X-comics per Coniglio editore; nel 2014 viene ingaggiato dalla Sergio Bonelli Editore per Le Storie e successivamente per Rusty Dogs, un webcomic composto da storie brevi scritte da Emiliano Longobardi e disegnate da alcuni fra i migliori disegnatori italiani. È docente e fondatore della “Redhouse Lab”, la prima scuola di fumetto e illustrazione in Basilicata. Numerose sono, inoltre, le sue incursioni nel campo dell’illustrazione e le elaborazioni pittoriche per alcune gallerie d’arte nazionali e internazionali.

http://www.fondazionesinisgalli.eu/

mail.tiscali.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...