Epifania Lucana, Felice Mastroianni

burri_alberto_006_bianco_1952

Epifania di paesi lucani,
nella nebbia, di là da tanta pioggia
piccole stazioni umide e sole,
pomeriggio fuggiasco
di torbide fiumare,
e noi due, anime sperdute
in un treno di radi viaggiatori.
Si è qui, come si deve, in questo
di Re Magi in cammino…
Così umile e arresa,
cede il tuo capo ormai
al peso delle veglie
durate nella casa
di tua madre defunta.
Sobbalzi a ogni sosta, ad ogni scossa.
Un viaggio cosi
appartiene alle cose
cui non s’è mai pensato.
La vita
come la terra ha di questi sussulti,
queste crepe improvvise
devastano i paesi
dell’anima, denudano i contorni
del tempo, fanno più fraterno
lo sguardo più vero l’amore.

(Platania Cz, 4 agosto 1914 – Lamezia Terme, 21 marzo 1982)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...