Un ricordo di Gabriella Maleti

maleti-01

da Memoria, Edizioni Gazebo, Firenze, 1988

da “L’ALBERO DEL MONDO”

2

S’appoggiarono a un tronco
misurarono soppesarono il passo
– È la strada di allora?
– Non parlare,
un crinale
e smotta il sentiero
è la stessa strada
dammi la mano per
questo strapiombo.

*

da “FAMIGLIA CONTADINA”, 1978

Qui termina
e inizia la vita.
Qui mi fermo
sul nero abito della terra
del quale mi vesto
e ne proclamo l’innocenza,
qui nella struttura compatta
dei suoi fianchi,
alle sue azioni di fecondità
e fulgore.
Qui mi fermo e amo
con la solitudine del pane
nella verità dei mutamenti
della terra
che converte il seme e la vite
in antiche forme di pace.

(Gabriella Maleti)

Una foto e una manciata di versi per ricordare Gabriella Maleti, poetessa e artista multimediale, che ieri nel giorno di Pasqua, all’età di 74 anni ci ha lasciati.

Ciao Gabriella!

(la Redazione di LucaniArt Magazine)

Il sito web della scrittrice: http://www.gabriellamaleti.it/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...