Fame di Arthur Rimbaud

rimbaud capo
Fame

Ho appetito soltanto
di ciottoli e di terra
Il mio pranzo è sempre aria,
Roccia, carboni, ferro.

Mie fami , girate. Pasciatevi, fami,
Al prato dei suoni
Attirate il lieto veleno
Dei convolvoli.

Mangiate i sassi spaccati.
Le vecchie pietre di chiesa:
I ciottoli dei vecchi diluvi,
Pani sparsi nelle valli grige.

Arthur Rimbaud, da Una stagione all’inferno (stampata per la prima volta nel 1871)

Una risposta a “Fame di Arthur Rimbaud

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...