Marina Pizzi, Declini

5_Gold-Cortex-1.jpg

E’ uscita la nuova raccolta di Marina Pizzi “Declini” per le edizioni Macabor. Il libro è il terzo di una collana di poesia in trenta volumi diretta da  Bonifacio Vincenzi.
Dalla raccolta poetica della scrittrice romana, scegliamo di seguito alcuni testi da proporre ai lettori di LucaniArt.

separatore-viola1
E’ una poesia dolorante ed interiore, che si aggrappa repentinamente alle concretezze del quotidiano per trovare un appoggio su cui adagiarsi, per renderesi universale, al di là del sè.

*

nel lutto del malessere perpetuo
la ciotola riposta sotto le gambe del tavolo
quale pagliaccio illustrerà il morire
(p.20)

*

qui si gioca di pergole e silenzi
dove balbetta il vento lo stonio
di uno qualunque arreso sulla riva.
qui si perfeziona l’avanzo del superstite
l’acqua scaduta al centro della zattera
la musa in attonito che non dice più.
(p.29)

*
con la cautela dei poveri do retta
alla confisca del sole appena alzata
mi pare canuto il verbo di guardare
le aureole asprigne di favole ammucchiate
in ordine sparso ancora accanto al letto
(p34)

*

con il coriandolo nero di essere infelice
tutta la povertà dei tarli s’insinua nei polsi
scappare è un’enfasi inutile
da qui e dovunque è così
(p.38)

*

è qui che corre la libertà del sale
questo scompiglio in angolo di pece
dove il dolore si ammacca di dolore
restia la cicala a dar felice
questo spicchio di polso in nenia
(p.47)

*

torrente ad ascia tra ciottoli
verità permesse all’angolo vuoto
dove non è permesso competere
con le tempie delle nuvole.
attorno alla corolla il tuo dolore
conversa con i petali il sentiero
delle nomee serpigne. e se dimentichi
ti calano la fronte contro il sasso.
(p.101)

Marina Pizzi, Declini (Prefazione di Bonifacio Vincenzi) Collana I fiori di Macabor, Macabor 2017

separatore-viola1

Maria Pizzi pubblicato i libri Il giornale dell’esule (Crocetti, 1986), Gli angioli patrioti (Crocetti, 1988), Acquerugiole (Crocetti, 1990), Darsene il respiro (Fondazione Corrente, 1993: pubblicazione del Premio), La devozione di stare (Anterem, 1994: Premio Lorenzo Montano), Le arsure (LietoColle, 2004), L’acciuga della sera i fuochi della tara (Luca Pensa, 2006), Dallo stesso altrove (La Camera Verde, 2008, selezione), L’inchino del predone (Blu di Prussia, 2009), Il solicello del basto (Fermenti, 2010), Ricette del sottopiatto (Besa, 2011) Un gerundio di venia (Oèdipus, 2012), La giostra della lingua il suolo d’algebra (Edizioni Smasher, 2012); Cantico di stasi (Cantarena, 2013: edizione parziale), Segnacoli di mendicità (CFR, 2014); Plettro di compieta (LietoColle, 2015); Cantico di stasi (Oèdipus, 2016: edizione definitiva).
In formato digitale, on line, ha pubblicato – interamente o parzialmente – le raccolte La passione della fine, Intimità delle lontananze, Dissesti per il tramonto, Una camera di conforto, Sconforti di consorte, Brindisi e cipressi, Sorprese del pane nero, Staffetta irenica, Il solicello del basto, Sotto le ghiande delle querce, Pecca di espianto, Arsenici, Rughe d’inserviente, Ricette del sottopiatto, Dallo stesso altrove, Miserere asfalto (afasie dell’attitudine), Declini, Esecuzioni, Davanzali di pietà, L’eremo del foglio, L’inchino del predone, Il sonno della ruggine, L’invadenza del relitto, Vigilia di sorpasso, Il cantiere delle parvenze, Soqquadri del pane vieto, Cantico di stasi, La cena del verbo, Estinzione di chiarìa, Il vestitino bizantino, L’alba del penitenziario. Il penitenziario dell’alba.
Nel 2004 e nel 2005 la rivista di poesia on line “Vico Acitillo 124-Poetry Wave. Electronic Center of Arts”, coordinata da Emilio Piccolo (1951-2012), ha nominato Marina Pizzi poeta dell’anno. Fa parte – insieme a Massimo Bacigalupo, Milo De Angelis, Franco Loi, Tomas Tranströmer, Derek Walcott e altri autori – del Comitato di redazione della rivista internazionale Poesia. È redattrice del litblog collettivo “La poesia e lo spirito” e collabora con il portale di cultura “Tellusfolio”. Lavora presso la Biblioteca di Area umanistica Giorgio Petrocchi dell’Università degli studi Roma Tre. È stata tradotta in persiano, inglese e tedesco. (fonte wikipedia)

copertina_isbn

Seguire  il link per ordinare il libro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...