Una poesia di Ivano Mugnaini

DSC_0054

#Ivano Mugnaini, scrittore

Alto sulle acque

Forse solo il minuscolo girino
che guizza nel lago con spinte lente,
regolari, ha capito il senso di queste
acque basse, stagnanti, assalite ai lati
dalla foga vorace del falasco. Forse
lui soltanto rimane sereno nell’attimo
in cui una goccia più fredda frantuma
lo specchio di un’altra stagione,
cristallo di vetro che sembrava eterno.
Forse solo lui sa gioire di questo
liquido fango verde che non si incresperà
neppure un attimo quando toccheremo
uno ad uno la terra con la schiena.
Continuerà a nuotare l’erede del girino,
identico a se stesso, senza sognare
sponde nuove da invadere, senza pensare
al sentiero, al cammino tra boschi e sassi,
all’ombra e alla resina dei pini, ai confini
al di là delle nevi, vicini all’idea delle nuvole,
l’abisso del volo, del cielo.
Se però avesse visto te, la tua bocca, l’oro
della tua pelle, la tua malia, sognerebbe di essere
balena, il mite girino, e forse, davvero, si solleverebbe
alto sulle acque, e volerebbe via.

p.16

Ivano Mugnaini, da “Inadeguato all’eterno”, a cura del premio “Orfici”, Felici Editore 2008

ivano mugnaini

http://www.ivanomugnaini.it/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...