“CARAVAGGIO ENIGMA” di Alex Connor

246743_138451

“Caravaggio Enigma” è il titolo del primo libro della trilogia thriller di Alex Connor, dedicata interamente al pittore maledetto.

Si tratta di una lettura scorrevole, piacevole e soprattutto coinvolgente, capace di trasportare il lettore direttamente nell’Italia tra Cinquecento e Seicento, di fargli vivere in prima persona il travaglio della peste e la povertà di un’epoca decadente e corrotta; di travolgere chi legge con la stessa violenza delle passioni dell’artista e, al contempo, appassionare.

La storia del vissuto di Caravaggio viene narrata in modo spontaneo e diretto, con grande verosimiglianza e realismo (caratteristiche attribuite anche alle opere dell’artista, indipendenti e anticonformiste rispetto alla produzione artistica del suo tempo).

Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio, nacque a Caravaggio, un paesino lombardo, nel 1571. Come racconta l’autrice, già da piccolo Michelangelo aveva mostrato un temperamento vivace e ribelle, qualità destinate a crescere (e, in un certo senso, degenerare)  nel corso della sua vita in seguito all’allontanamento da parte della madre, quando egli aveva solo cinque anni: pare, infatti, che il giovane Merisi abbia giocato un cattivo scherzo alla madre, Lucia, fingendosi morto e, una volta tornato in vita, sembra che la donna abbia interpretato l’accaduto come una sfida a Dio e per questo causa della pestilenza.

La mancanza d’affetto materno e la prematura scomparsa del padre dovuta al diffondersi dell’epidemia hanno consegnato il giovane Michelangelo al mondo, inesperto e senza guide, costretto a farsi strada da solo.

All’insegna di questa sfida a tutto e tutti Caravaggio ha vissuto la sua vita, accendendola di passioni irrefrenabili e brividi vertiginosi, rendendo la sua esperienza quasi una leggenda, necessaria a spiegare il suo genio artistico.

Una personalità anticonformista e indipendente, unita ad un carattere irrequieto, turbolento, volubile, impulsivo e ribelle, ha consacrato Caravaggio alla storia dell’arte, rendendola una figura cardine ma al contempo autonoma del panorama artistico italiano.

Un motivo in più per leggere questo thriller?

Esso contiene delle parti scritte in prima persona, elaborate scrupolosamente dall’autrice, che conferiscono al romanzo non solo veridicità, bensì anche le condizioni necessarie affinché nasca quella sorta d’intimità tra libro e lettore, capace di trasportare chi legge all’interno della storia e farlo immedesimare (in questo caso) nei panni di Caravaggio, indumenti umili e cenciosi, ma pieni di avventura.

Chiara De Santo

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...