Una poesia di Renzo Montagnoli

L’invasione

Venivano da Nord
a schiere scendevano la valle
l’erba calpestata
la nostra terra profanata
guerrieri dalle barbe irsute
le spade roteanti nell’aria.
Addio a giorni di pace
addio a sogni a occhi aperti
coricati di schiena a guardare il cielo
e a indovinare il destino con le nubi.
Di colpo siamo tutti invecchiati
strappati ai giorni lenti
alle calde alcove
siamo precipitati nelle tenebre
chi con una freccia nella schiena
chi con il capo mozzato da una spada.
Siamo stati privati del domani
siamo stati relegati nell’oblio
di un popolo sconfitto e distrutto
Niente più albe da ammirare
niente più tramonti da sognare
solo ormai il buio di una notte
senza tempo.
Siamo stati e mai più saremo.

Renzo Montagnoli, da Canti celtici, Ass. Culturale Il Foglio 2007

(dipinto ad olio di di Jackson Pollock)

Pubblicità

Una risposta a “Una poesia di Renzo Montagnoli

  1. Pingback: I morti non dimenticano di Renzo Montagnoli | LucaniArt Magazine·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...