I quaderni dell’agnizione di Meth Sambiase

Meth sambiase

I FOGLI DEL FIGLIO

C’era una tolda a forma di vita
e lui voleva che gli assomigliasse
come gli abecedari somigliano alle stazioni
nient’affatto
un alfa di uomo, un omega dei sensi 

 

La (quasi) ballata del figlio e del mondo

I.

Ancora saremo, mio figlio e mio mondo,

un abbraccio deserto (un deserto incendiato)

né padri né fogli un orfano seme

forse un vecchio ritaglio vessato dal vetro

ma il suo inganno mi basta

è un allarme sventato dai ladri

la fuga è finita, ora dondolano gli occhi.

Mi cullo le ossa,

più scure del latte di questa pelle gramigna

se sterile vivo, germino zolle e silenzi

ma non ascoltarmi, figlio donato

se mi segano la lingua non sarà l’ultima volta

per me extraordinaria

appena rinata, ti sgravo di nuovo

(Meth Sambiase, I quaderni dell’agnizione, a cura dell’Associazione Culturale Lucaniart 2013)

Advertisements

4 risposte a “I quaderni dell’agnizione di Meth Sambiase

  1. Pingback: I Quaderni dell’Agnizione « meth sambiase (intheblog)·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...